“Incammino”: dal 16 giugno torna il Festival della Lentezza

“In Cammino per una sostenibilità economica, ambientale e sociale”

“Oltre la mafia. In Cammino per una sostenibilità economica, ambientale e sociale”.

E’ il tema che Antonio Diana, presidente della Fondazione Mario Diana, ha proposto all’edizione 2017 del Festival della Lentezza.

Un cammino faticoso, che chiama a scelte coraggiose e responsabili; una strada piena di salite e bivi ma che man mano dona serenità interiore perché premia con legalità, giustizia e rispetto dell’altro!

Ne ha discusso sabato 17 giugno, al Palazzo Ducale di Colorno, all’incontro moderato da Mariangela Guandalini, con Giuseppe Ayala, Antonio Pignalosa di Libera Parma, ed Emanuele Rosso, coordinatore dei quaderni di Libera/Coop.

Un’occasione preziosa per condividere obiettivi comuni, per provare insieme a tracciare un bilancio analizzando il cammino percorso e i traguardi finora raggiunti.

«Il Festival della Lentezza è stato un momento prezioso per riscoprire il valore del “fare comunità” – ha raccontato Antonio Diana -, per ritrovarsi insieme e ripensare l’economia in una logica di sostenibilità. L’illegalità interferisce con i meccanismi di mercato, altera la concorrenza, riduce gli investimenti italiani e stranieri, genera disoccupazione. Ne abbiamo riflettuto insieme e il leitmotiv di questa terza edizione del Festival – ha aggiunto – è stato anche per noi uno stimolo a rallentare un po’ il nostro cammino per riscoprire i rapporti tra le persone; per ascoltare i bisogni e i diritti dell’altro. Un’occasione importante per studiare modelli e buone pratiche non più basati sull’abbandono al profitto ma in grado di integrare sviluppo economico, valorizzazione dell’ambiente e centralità dell’uomo. Oggi più che mai possiamo affermare che solo procedendo insieme, con obiettivi comuni, il cammino risulta meno arduo, più semplice».

***

 

Invertire la rotta, stravolgere le abitudini e i ritmi quotidiani per provare a darci del tempo e ad assaporare ogni minuto, ogni attimo prezioso e irripetibile della nostra vita!

“Incammino” è il titolo della terza edizione del Festival della Lentezza promosso dall’Associazione Comuni Virtuosi in collaborazione con il Comune di Colorno, che si terrà dal 16 al 18 giugno prossimi, alla Reggia Ducale di Colorno – in provincia di Parma.

“In Cammino per una sostenibilità economica, ambientale e sociale” è il tema che la Fondazione Mario Diana proporrà durante il Festival.

«Camminare come dichiarazione di indipendenza, come atto d’amore – spiegano gli organizzatori -. Fare le cose con i piedi, invertendone il senso. Non più come se fosse un errore, o un atto di superficialità. Ma come azione mirata e voluta. Inesorabilmente lenti, riconnettendoci con il nostro ritmo interiore. Perché la velocità mortifica le differenze, cancella le terre di mezzo, svilisce la bellezza di un territorio ricco di storia e di storie, come è il nostro Paese, nonostante tutto ciò che gli riserviamo ogni giorno. Andare a piedi nell’arcipelago della repubblica del nostro io, per dialogare con le nostre interiorità. Perché si cammina anche stando immobili».

Per conoscere il programma completo del Festival CLICCA QUI

Per saperne di più sull’edizione 2016 del Festival   CLICCA QUI

 

condividi:Share on Facebook8Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Telefono: 0823 341336
via Marie S. Curie, 24 – Parco Diana
81100 Caserta